Posts tagged ‘strade’

19 aprile 2017

Sicurezza stradale: autovelox selvaggi per riempire casse

grillo
Sulle strade italiane c’è un’ondata impressionante di multe da autovelox. Il dubbio che nasce è se l’imponente presenza degli apparecchi per il rilevamento della velocità sia funzionale a garantire la sicurezza stradale o piuttosto a fare cassa. La domanda è tanto più necessaria nel momento in cui assistiamo a nuovi crolli di infrastrutture stradali. Vogliamo sapere dal Governo come vengono impiegati i proventi delle multe: nella manutenzione stradale, come previsto dal legge, o solo per ripianare i bilanci di comuni e province?
20 luglio 2015

Cittadini pagano le tasse per sentirsi al sicuro in casa, nei quartieri, nelle strade, nelle loro città. Governo arresti flusso migranti

degrado città

Il governo Renzi non riesce in nessun modo a fronteggiare l’emergenza immigrazione, che viene puntualmente scaricata nelle strade, nei quartieri, nelle città italiane. Ma i cittadini pagano le tasse per un’altra ragione, per sentirsi al sicuro in casa, nei quartieri, nelle strade, nelle loro città.

Il governo Renzi faccia valere il peso dell’Italia in Europa e arresti il flusso incontrollato di migranti.

9 aprile 2013

Emilia Romagna, la sinistra ha abbandonato la montagna. Ora si lavori insieme per risolvere i problemi

deborah bergamini 16La situazione del dissesto idrogeologico in Emilia è di assoluta emergenza, come PdL ci adopereremo perché arrivino al più presto le risorse che spettano in seguito alla dichiarazione dello stato di emergenza. E’ tuttavia inaccettabile che il Pd voglia addossare tutta la colpa di questa situazione ai mancati stanziamenti dei governi di centrodestra, come se Provincie e Regione non fossero responsabili di omissioni e di errori riguardo alle politiche attuate per la zona appenninica”.

Così Deborah Bergamini, eletta alla Camera dei Deputati in Emilia-Romagna per il Popolo della Libertà, è intervenuta sulla situazione di emergenza per frane e smottamenti nell’Appennino emiliano e parmense in particolare.

read more »

7 febbraio 2012

I provvedimenti per la sicurezza del governo Berlusconi

Tra le priorità che il governo Berlusconi ha perseguito fin dal primo giorno del suo insediamento c’è stata la questione sicurezza. Sono stati numerosi, infatti, i provvedimenti varati per garantire agli italiani la tranquillità e la sicurezza nelle città, il blocco dell’immigrazione clandestina, il contrasto della criminalità organizzata e della violenza contro le donne.

Ricordiamo i principali.

Operazione strade sicure. 4.250 militari sono stati affiancati alle forze dell’ordine per pattugliare e prevenire i reati nelle periferie e nelle piazze delle città.

Sindaci . L’Esecutivo Berlusconi ha ampliato i poteri dei sindaci di intervento, prevenzione e contrasto dei reati: in sinergia con polizia e prefetti, i primi cittadini possono intervenire in situazioni urbane di degrado come lo spaccio di stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione, la violenza legata all’abuso di alcol, il danneggiamento al patrimonio pubblico e privato, l’incuria, il degrado e l’occupazione abusiva di immobili, l’illecita occupazione di suolo pubblico; la prostituzione in strada e accattonaggio, la videosorveglianza nei luoghi pubblici.

Donne . Le molestie (stalking) contro le donne sono diventate reato, punite con pene che vanno da 6 mesi a 4 anni, e aggravanti se il reato è commesso da un ex partner o ai danni di soggetti particolarmente deboli. Per chi subisce violenze, sono state inasprite le pene per gli stupratori e alle vittime è stato riconosciuto il patrocinio .

Stadi. Con un decreto legge è stato reintrodotto il meccanismo dell’arresto in flagranza differita – cioè dopo aver visionato i filmati delle telecamere. Sono state, inoltre, estese agli steward le forme di tutela già previste per i pubblici ufficiali in servizio di ordine pubblico in occasione di manifestazioni sportive.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: