Posts tagged ‘violenze’

9 luglio 2015

Forteto: governo e Pd difensori dei più deboli solo sulla carta

La decisione del governo di dare parere contrario sulla nostra mozione sul caso del Forteto è sconcertante: non ha alcuna logica, alcuna sensibilità e alcun senso politico. E credo sia dovuta alla poca conoscenza dei fatti, perché se si conoscesse davvero quello che è accaduto in quella struttura non ci sarebbe parere contrario che tenga. Ci sono comprovate e ripetute testimonianze di abusi, fisici e psicologici,  aberranti , di violenze e coercizioni su minori e persone in difficoltà affidate a questa struttura. Di fronte a questo, l’esigenza di chiarezza era un dovere: il Parlamento aveva il dovere di assumersi la responsabilità, a nome di tutto il Paese, di fronte alle vittime di violenze e vessazioni che si sono protratte per 30 anni.  Vittime alle quali, invece, è stato riservato solo un appiccicoso silenzio senza che mai nessuno si sia preoccupato di chiedere scusa. 

Trovo inaccettabile la scelta del governo e del Pd di dire ‘no’ ad una richiesta di chiarezza e all’eventualità di procedere al commissariamento della cooperativa agricola che, come dimostrato anche dalla sentenza del Tribunale di Firenze, era in tutto e per tutto parte del “sistema Forteto”, tanto da ricevere essa stessa – in alcuni casi – i bambini in affido. Ed è la cooperativa il teatro, il luogo delle violenze e anche dello sfruttamento di lavoro minorile. Nella mozione si chiedeva soltanto di far luce sulle tante ombre, rotte solo da una coraggiosa campagna di stampa locale e dall’attività dell’opposizione regionale in Toscana. Questa vicenda è una vergogna per tutto il nostro Paese, e purtroppo governo e Pd, difensori dei più deboli solo sulla carta, hanno deciso di non rispondere alle loro coscienze ma solo ad un imperativo politico.

7 luglio 2015

Forteto: se Pd non vuol affrontare caso ne ha piena facoltà

Debora BergaminiSe il Partito Democratico, secondo quanto si può evincere dalle parole del collega Pd Vazio, ritiene che non sia auspicabile, e che addirittura possa essere dannoso, che il Parlamento italiano impegni il governo a fare luce sulle responsabilità di una vicenda come quella del Forteto – comunità alla quale per 30 anni sono stati affidati bambini poi vittime di abusi e violenze -, ne ha piena e totale libertà. Sarebbe assai sorprendente per un partito che ha sempre fatto della difesa dei più deboli un vessillo, ma certamente ne ha piena facoltà.

23 giugno 2015

Forteto: mia mozione al governo perché si nomini Commissario e si accertino responsabilità politiche

Deborah BergaminiLe pesanti condanne inflitte dal Tribunale di Firenze a carico dei vertici e fondatori del Forteto hanno confermato le vicende inquietanti avvenute nella struttura che aveva in affido minori in difficoltà. Abusi, violenze psicologiche, vessazioni andate avanti per decenni mentre le istituzioni toscane, e in particolare la sinistra, ne tessevano le lodi indicandolo come esempio di modello virtuoso, sia dal punto di vista educativo che produttivo.

Quanto accaduto, perciò, chiama al dovere di trasparenza e chiarezza. Per questo ho depositato una mozione che impegna il governo a promuovere ogni iniziativa, tra cui la mia proposta di legge per una Commissione d’inchiesta, volta ad accertare le responsabilità, politiche e istituzionali, che hanno permesso a questa situazione aberrante di protrarsi per così lungo tempo. Va infatti ricordato che il Forteto, nonostante gli arresti e le condanne inflitti ai due fondatori negli anni ’80 per reati analoghi a quelli attuali, ha continuato a ricevere affidi di minori. Altro obiettivo della mozione è quello di spingere il governo a nominare un Commissario che gestisca la cooperativa agricola, in modo da slegarla completamente dalla precedente gestione e da procedere al più presto al pagamento delle provvisionali a favore delle vittime.

Di seguito il testo della mozione:

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: